La luce, il flash, il formato, i programmi di photo editing. Tutto quello che c’è da sapere sull’utilizzo di foto professionali per siti web e social network.

L’importanza di foto professionali per siti web e social networkQuando si visita un sito o una pagina Facebook, ciò che colpisce maggiormente l’attenzione dell’utente è la presenza di immagini e se queste siano foto professionali, accattivanti e inerenti al contesto. Molto probabilmente sarà questo singolo aspetto che lo spingerà a soffermarsi e oppure uscire e cercare altro.

Usare immagini pertinenti non basta. Aumentare la percezione del brand attraverso l’uso corretto delle immagini è un incastro di diversi fattori. La qualità, la nitidezza, la tecnica, l’uso delle luci.

Un esempio. La pagina o il sito web di un ristorante che pubblica la foto di un risotto che sia sfocata, mossa e in controluce, senza dubbio perderà credibilità agli occhi dell’utente rispetto ad una immagine ben concepita e costruita.

Per raggiungere lo scopo, non è necessario usufruire di un’attrezzatura altamente professionale, purché si faccia affidamento alla creatività di chi scatta e soprattutto alla fase di costruzione dell’immagine.

Possono servire delle ore per realizzare un vero e proprio set fotografico (nel caso dello still life ad esempio) e trovare la sistemazione giusta e poi pochi istanti per scattare la foto. Ma è tempo ben speso che porterà i suoi frutti.

 

LA SCELTA DELLA LUCE GIUSTA

Per ottenere un’immagine professionale bisogna avere prima di tutto la luce giusta. Il primo passo da compiere è individuare il miglior punto nel quale arrivi la luce ambientale. Si consiglia di porre il soggetto davanti una sorgente luminosa (una finestra per esempio) e magari adoperare anche una qualsiasi lampada puntata al soffitto per dare una luce aggiuntiva che possa espandersi nella stanza, se siamo in un ambiente chiuso.

In esterno, scegliere le ore adatte. Mai fotografare a mezzogiorno, decisamente meglio scegliere le ore iniziali o finali della giornata, la cosiddetta golden hour.

Perché "mai foto a mezzogiorno", soprattutto in estate? Intanto la luce è intensa per molte ore e di conseguenza riduce la saturazione dei colori, tendendo anche a “bruciare” (sovresporre) i colori caldi; in secondo luogo crea ombre troppo nette e scure pressoché impossibili da “schiarire” in post-produzione e annulla la tridimensionalità del soggetto.

 

L’USO DEL FLASH

Altra leggerezza che in molti commettono? Fotografare usando il flash.

Pessima scelta il flash integrato della reflex, per intenderci quello che “spunta” premendo un tasto presente sulla macchina fotografica. La flashata snatura il colore e la tridimensionalità del soggetto rendendo lo sfondo troppo scuro.

Discorso diverso sarebbe adoperare un flash esterno da montare, purché si orienti verso una superficie vicina tipo il solaio o una parete se si è in una stanza o su un pannello riflettente nel caso in cui ci si trovi in esterno.

Infine, aspetto di cui tener conto, la cosiddetta legge dell’inverso del quadrato, secondo cui la potenza della luce emessa da una qualsiasi sorgente è inversamente proporzionale al quadrato della distanza. Per dirla in modo più semplice: all’aumentare della distanza del flash dal soggetto, la luce che lo raggiunge si riduce in maniera evidente. Per esempio, mai allontanarsi per più di due metri.

 

LA SCELTA DEL FORMATO

Dopo aver scattato la foto giusta resta l’ultimo step, scegliere il formato e determinare la risoluzione.

Per quanto riguarda il formato, è preferibile il JPEG. Si tratta di un’ottima soluzione in termini di compressione che consente di contenere tante informazioni per i colori e i dettagli senza appesantire troppo il file, che non deve superare i 30 o 40 Kb. Al riguardo però vi sono delle eccezioni, come nel caso in cui vi sia l’esigenza di visualizzare immagini a pieno schermo.

E come lavorarle? Il software più noto e utilizzato è Adobe Photoshop ma ne esistono altri amatoriali e soprattutto gratuiti, come ad esempio GIMP.

Ricorda, l’immagine è tutto per la tua azienda e il racconto di ciò che rappresenta e dei valori che incarna passa inevitabilmente dalle foto che utilizzi. Averne di accattivanti e professionali farà la differenza tra un business di successo e uno che passa inosservato.

Abbiamo 33 visitatori e nessun utente online