Legge imprescindibile dei Social è NON acquistare utenti. Nulla di più errato, portare numeri ma zero qualità, causando danni alla nostra attività. Scopriamo perché.

Immagine NON acquistare falsi follower“Il mio papà ha la Ferrari”.

“Il mio papà, invece è capo meccanico nella scuderia Ferrari”.

“Ah, sì? Il mio papà ha studiato ingegneria in America”.

“Pensa che il mio papà fa l’astronauta”.

Una gara di ostentazione, una gara a chi ha di più e cerca di pavoneggiarsi, per annichilire l’altro. Il che è comprensibile in un dialogo tra bambini. Tuttavia, rientra nella forma mentis dell’italiano medio ergersi a Rambo, esporre la sua megalomania da millantatore borghese, come Totò che cerca di “vendere” la Fontana di Trevi, nel celeberrimo Totò truffa.

Oggi, l’italiano medio ha fatto l’upgrade dei suoi difetti e ha spostato i suoi deliri di onnipotenza sul web, o meglio, sui Social. “La mia azienda è rinomata, conosciuta nel mondo, ha 10mila follower”, come se ciò rappresentasse un certificato di garanzia. Per molti l’importante è sbandierare quantità e mai la qualità! Nulla di più sbagliato!

Ma quand’anche fosse importante contare su un numero di utenti elevato che segue la propria pagina aziendale, ciò che molti ignorano è il come e da dove siano arrivati i follower a conoscerci. Perché se la nostra attività, attraverso una linea editoriale ed un lavoro costante e capillare, che ha richiesto tempo e fatica, arriva a toccare migliaia di like, allora giù il cappello: è la strada giusta, se genera frutti in termini di visualizzazioni e vendite dei nostri prodotti o servizi.

Ma se l’azienda “Tal dei Tali” di Mario Rossi su 10mila utenti, ne annovera almeno la metà “acquistati”, quanto crediamo che possa aiutarci questa cosa? Zero. Senza “se” e senza “ma”. È controproducente, inutile, anche nocivo. Acquistando follower su Instragram, per esempio, contribuiremo alla morte, lenta e graduale, del nostro account e del nostro profilo aziendale sulla rete.

All’onestà non esistono alternative. Non vi sono altre vie, se non un lavoro leale, che richieda tempo e applicazione, senza scorciatoie. Serve sempre una strategia studiata a tavolino, che implichi la condivisione di contenuti di qualità, per coinvolgere il pubblico.

Alcuni brand, erroneamente, credono che per potenziare l’immagine della propria azienda sia importante comprare follower. Errore commesso anche da personaggi dello spettacolo o politici. La maggior parte di questi account comprati provengono dall’America Latina, dai Balcani, ecc, creati unicamente per questo scopo!

Si tratta dunque di profili non reali, non esistenti, non gestiti da una persona ma da aziende che vendono proprio questi (pseudo) servizi. Ecco come ammazzare il proprio engagement, cioè la relazione tra impegno e interazioni del pubblico. Perché? Perché l’algoritmo di Instagram mostra i nostri contenuti dopo la pubblicazione di un post soltanto ad una porzione dei nostri follower e, se questi non interagiranno con la nostra foto o video, Instagram non mostrerà la foto agli altri utenti. Anzi, pure quei pochi utenti che ci seguivano con interesse, potrebbero non vedere più i nostri post.

Allora, sgomberiamo il campo da ogni altra ipotesi: per far crescere la nostra azienda e avere una identità precisa sul web occorre il lavoro. Occorre fornire informazioni precise (orari, servizi, punto in cui è ubicata l’azienda), pubblicare post di qualità, inserire hashtag ai post (soprattutto per essere intercettati da un pubblico più ampio), interagire con la community, fornendo risposte esaustive ai commenti e nelle chat (Whatsapp o Messenger, che dir si voglia).

La strada per il successo? L’umiltà, la dedizione, l’impegno. Anche le porte in faccia, perché individuando gli errori ci si può solo migliorare. Ci si rialza solo dopo una sconfitta, con motivazione e ambizione. Ma è fondamentale essere onesti.

Abbiamo 19 visitatori e nessun utente online

 

DISCLAIMER
Alcune immagini presenti su questo sito web sono prese da internet, quindi ritenute di pubblico dominio.
Se gli autori od eventuali detentori di diritti dovessero avere qualcosa in contrario alla pubblicazione potranno segnalarcelo,
provvederemo alla rimozione delle stesse nel più breve tempo possibile.